Guida agli mp3
HOME | COSA SONO | COME FUNZIONANO | ASPETTI TECNICI | ASPETTI LEGALI | COME REALIZZARLI | SOFTWARE | MP3 PRO | SUONERIE | RADIO ONLINE
mp3
     
mp3

Aspetti legali sugli Mp3

In questa pagina vengono trattate le seguenti tematiche:

- utilizzo degli mp3 e diritto d'autore.
- sanzioni amministrative per l'uso improprio degli mp3.
- sanzioni penali per il commercio illegale degli mp3 a fini di lucro.

Utilizzo degli mp3 e diritto d'autore

In Italia, in materia di diritto d'autore, vige la legge n. 633 del 22 aprile 1941.

Essa prescrive che tutti i brani musicali coperti da copyright, qualunque sia il loro formato (quindi anche MP3), qualunque sia il mezzo attraverso il quale essi vengano distribuiti (quindi anche Internet), sono tutelati dalla legge sul diritto d'autore a meno che non sia espressamente dichiarato il contrario.

Leggiamo testualmente da alcuni brani sotto riportati:

Articolo 1 :

"Sono protette ai sensi di questa legge le opere dell'ingegno di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro ed alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione".

Articolo 13:

"Il diritto esclusivo di riproduzione ha per oggetto la moltiplicazione in copie dell'opera con qualsiasi mezzo, come la copiatura a mano, la stampa, la litografia, la incisione, la fotografia, la fonografia, la cinematografia ed ogni altro procedimento di riproduzione".

Articolo 17:

"Il diritto esclusivo di distribuzione ha per oggetto il diritto di mettere in commercio, di porre in circolazione o comunque a disposizione del pubblico, con qualsiasi mezzo ed a qualsiasi titolo, l'opera o gli esemplari di essa".

E' quindi vietato scaricare MP3 dalla rete o entrare in loro possesso attraverso altri canali.

Persino se effettuiamo un download da un sito estero siamo al riparo dalle sanzioni: in questi casi infatti ad applicare la legge è comunque il giudice del paese dove è stato commesso l'illecito.

L'unica concessione lasciata dalla normativa vigente è la possibilità di trasformare i propri Cd Audio regolarmente acquistati nel formato MP3, purchè ne venga fatto un uso esclusivamente personale.

E' invece vietato distribuire tali copie di MP3 a terzi o scambiarli sia a titolo gratuito che previo pagamento (a meno che non si entri in possesso della "Licenza sperimentale per l'utilizzazione in reti telematiche di opere musicali tutelate dalla S.I.A.E.").

Leggiamo testualmente alcuni brani tratti dall' Articolo 68:

"E' libera la riproduzione di singole opere o brani di opere per uso personale dei lettori, fatta a mano o con mezzi di riproduzione non idonei a spaccio o diffusione dell'opera nel pubblico" .mentre."E' vietato lo spaccio di dette copie nel pubblico e, in genere ogni utilizzazione di concorrenza con i diritti di utilizzazione economica spettanti all'autore".

Infine, in base all'articolo 16, relativo al diritto esclusivo di diffusione a distanza, è possibile ascoltare gli MP3 in streaming audio (l'equivalente Internet della radiodiffusione), un ascolto però priva della possibilità di trattenere una copia per sé.

Sanzioni amministrative per l'uso improprio dei files MP3

Quali sono le sanzioni per chi scarica dalla rete ed utilizza copie di file MP3 senza fini di lucro?

Leggiamo testualmente:

1. Dopo l'articolo 174 della legge 22 aprile 1941, n. 633 [11], sono inseriti i seguenti:

"Art. 174-bis. - 1. Ferme le sanzioni penali applicabili, la violazione delle disposizioni previste nella presente sezione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria pari al doppio del prezzo di mercato dell'opera o del supporto oggetto della violazione, in misura comunque non inferiore a lire duecentomila. Se il prezzo non è facilmente determinabile, la violazione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da lire duecentomila a lire due milioni. La sanzione amministrativa si applica nella misura stabilita per ogni violazione e per ogni esemplare abusivamente duplicato o riprodotto." .

Sanzioni penali per il commercio illegale a fini di lucro dei files MP3

Nel caso di illecito accertato si può esser perseguiti penalmente: deve cioè sussistere una attività illegale basata sul commercio di MP3 da cui si ottengano profitti sfruttando impropriamente le opere altrui.

Leggiamo testualmente cosa prescrive la legge in merito e quali sono le sanzioni in caso di infrazione:

1. L'articolo 171-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633 [16], è sostituito dal seguente:

"Art. 171-ter. - 1. È punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da cinque a trenta milioni di lire chiunque a fini di lucro:

  1. abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con qualsiasi procedimento, in tutto o in parte, un'opera dell'ingegno destinata al circuito televisivo, cinematografico, della vendita o del noleggio, dischi, nastri o supporti analoghi ovvero ogni altro supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive assimilate o sequenze di immagini in movimento;

  2. abusivamente riproduce, trasmette o diffonde in pubblico, con qualsiasi procedimento, opere o parti di opere letterarie, drammatiche, scientifiche o didattiche, musicali o drammatico-musicali, ovvero multimediali, anche se inserite in opere collettive o composite o banche dati;

  3. pur non avendo concorso alla duplicazione o riproduzione, introduce nel territorio dello Stato, detiene per la vendita o la distribuzione, distribuisce, pone in commercio, concede in noleggio o comunque cede a qualsiasi titolo, proietta in pubblico, trasmette a mezzo della televisione con qualsiasi procedimento, trasmette a mezzo della radio, fa ascoltare in pubblico le duplicazioni o riproduzioni abusive di cui alle lettere a) e b);

  4. detiene per la vendita o la distribuzione, pone in commercio, vende, noleggia, cede a qualsiasi titolo, proietta in pubblico, trasmette a mezzo della radio o della televisione con qualsiasi procedimento, videocassette, musicassette, qualsiasi supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive o sequenze di immagini in movimento, od altro supporto per il quale è prescritta, ai sensi della presente legge, l'apposizione di contrassegno da parte della Società italiana degli autori ed editori (SIAE), privi del contrassegno medesimo o dotati di contrassegno contraffatto o alterato ovvero produce, utilizza, importa, detiene per la vendita, pone in commercio, vende, noleggia o cede a qualsiasi titolo sistemi atti ad eludere, a decodificare o a rimuovere le misure di protezione del diritto d'autore o dei diritti connessi;

  5. in assenza di accordo con il legittimo distributore, ritrasmette o diffonde con qualsiasi mezzo un servizio criptato ricevuto per mezzo di apparati o parti di apparati atti alla decodificazione di trasmissioni ad accesso condizionato;

  6. introduce nel territorio dello Stato, detiene per la vendita o la distribuzione, distribuisce, vende, concede in noleggio, cede a qualsiasi titolo, promuove commercialmente, installa dispositivi o elementi di decodificazione speciale che consentono l'accesso ad un servizio criptato senza il pagamento del canone dovuto.

2. È' punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da cinque a trenta milioni di lire chiunque:

  1. riproduce, duplica, trasmette o diffonde abusivamente, vende o pone altrimenti in commercio, cede a qualsiasi titolo o importa abusivamente oltre cinquanta copie o esemplari di opere tutelate dal diritto d'autore e da diritti connessi;

  2. esercitando in forma imprenditoriale attività di riproduzione, distribuzione, vendita o commercializzazione, importazione di opere tutelate dal diritto d'autore e da diritti connessi, si rende colpevole dei fatti previsti dal comma 1;

  3. promuove o organizza le attività illecite di cui al comma 1.

3. La pena è diminuita se il fatto è di particolare tenuità.

4. La condanna per uno dei reati previsti nel comma 1 comporta:

  1. l'applicazione delle pene accessorie di cui agli articoli 30 e 32-bis del codice penale;


  2. la pubblicazione della sentenza in uno o più quotidiani, di cui almeno uno a diffusione nazionale, e in uno o più periodici specializzati;


  3. la sospensione per un periodo di un anno della concessione o autorizzazione di diffusione radiotelevisiva per l'esercizio dell'attività produttiva o commerciale.

5. Gli importi derivanti dall'applicazione delle sanzioni pecuniarie previste dai precedenti commi sono versati all'Ente nazionale di previdenza ed assistenza per i pittori e scultori, musicisti, scrittori ed autori drammatici".

Approfondisci l'argomento:


mp3
Radio MP3 WEB
Home | Privacy

Copyright © 1998 - 2008 Euro2001.com - Tutti i diritti riservati.

Guida agli mp3